Pericolo amianto nell’ex gessificio . La Magistratura conferma il sequestro del capannone.

La Magistratura ha confermato il sequestro del gessificio dismesso  di località Trave ad Ariano Irpino. Il Gip del tribunale di Benevento sulla scorta delle prove e delle relazioni presentate dagli agenti della polizia municipale  ha ritenuto fondati i pericoli derivanti dalla presenza di un enorme quantitativo di amianto all’interno dello stabilimento,  che stava per essere smaltito senza le precauzioni  previste dalla normativa in vigore in materia .

Un gessificio  finito all’asta giudiziaria in seguito al fallimento dell’attività ancora pieno di materiali e suppellettili utilizzati per la lavorazione del gesso. L’imprenditore finito nei guai avrebbe acquistato solo il materiale interno per poche migliaia di euro forse ignaro dell’amianto presente in ogni angolo della fabbrica.

La Polizia Municipale di Ariano , in seguito ad alcune segnalazioni  e al riscontro effettivo della presenza di enormi quantità di amianto all’interno del capannone ,ha così deciso di procedere con il sequestro penale della fabbrica dismessa.

I commenti sono chiusi.

x

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi puoi modificare le tue impostazioni nel nostro Centro Privacy. Cliccando "Accetto", invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Accetto Rifiuto Centro privacy Scelta dei Cookies