Avellino ’19, il centrodestra è già spaccato: Forza Italia e Lega distanti

Le prossime amministrative nel capoluogo potevano essere la sua grande occasione, ma il centrodestra ad Avellino sembra avere diverse intenzioni. Dopo gli anni bui del centrosinistra, e il fallimento dei 5Stelle, la coalizione tra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia poteva fornire una alternativa all’elettorato, ma, almeno ad oggi, le tre anime del centrodestra sembrano prendere strade diverse.
Non ci sarà innanzitutto il logo di Forza Italia: i berluscones infatti correranno con il simbolo “L’Altra Avellino”, una lista civica ispirata a quella lanciata dal numero due di Forza Italia Antonio Tajani, che in vista delle europee ha dato vita a “L’Altra Italia”. Un movimento che nasce come presa di distanza dal governo gialloverde tra 5Stelle e Lega, la ricaduta in provincia di Avellino è che difficilmente Ines Fruncillo e soci, con il placet del coordinatore provinciale Cosimo Sibilia, correranno assieme al Carroccio, cercando invece sponda con gli altri movimenti civici in campo: non a caso Nello Pizza dei Popolari ha cercato un dialogo proprio con Fruncillo e Iandolo.
“Riteniamo di dover allargare il fronte a tutti, oltrepassando gli schemi convenzionali, come quello del centrodestra, andando oltre i partiti, partendo dai problemi della città. Forza Italia è distinta dalla Lega, non condividendo le politiche a livello nazionale: se si va avanti così, saremo divisi anche ad Avellino” le parole chiare di Ines Fruncillo.
Non si fascia la testa la Lega, rappresentata da Sabino Morano: il Carroccio ad Avellino per ora è commissariato, l’onorevole Cantalamessa a breve dovrebbe nominare il nuovo segretario e fissare la linea, che pare tracciata dallo schema provinciale che ha permesso l’elezione di Biancardi. Quel che è sicuro è che ci sarà una lista della Lega anche ad Avellino, che trainerà altre civiche sempre di centrodestra, difficile invece l’intesa con i 5Stelle sulla scia del patto di governo

I commenti sono chiusi.