Centrodestra in tilt, in campo le segreterie regionali

Si è rimessa in salita la strada che porta al centrodestra unito. Solo un intervento delle segreterie regionali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia potrebbe risolvere la questione, che dopo qualche timido segnale di riavvicinamento pare essersi di nuovo complicata. E’ la posizione di Dino Preziosi a dividere: Forza Italia non vuole rinunciare alla sua candidatura e al suo peso elettorale, la Lega invece ha già messo avanti il nome di Biancamaria D’Agostino. Invocato dai berluscones, il parlamentare leghista Gianluca Cantalamessa ha chiarito ai taccuini de La Nuova Irpinia la posizione del Carroccio: «Il nostro auspicio è che si costruisca una coalizione di centrodestra la più ampia possibile, purché in discontinuità con il passato», le parole del deputato sannita che chiude dunque all’ipotesi Preziosi.
Il confronto a livello regionale parte con l’handicap, ma nei prossimi giorni, definito il quadro delle Europee, il coordinatore regionale di Forza Italia Domenico De Siano e lo stesso Cantalamessa ci riproveranno, e non è detto che la quadra non si trovi: di fronte alla frammentazione del centrosinistra, e al calo dei 5Stelle, un centrodestra unito ha infatti più di qualche speranza di arrivare al ballottaggio

I commenti sono chiusi.