Piano di zona, Festa: “Ora si cambia”. Ma parte l’ennesimo bando-scandalo

Trova spiegazione il ritardo accumulato sulla nomina del nuovo direttore generale: pubblicati i due nuovi bandi che consegneranno progettazione dei servizi alle due solite cooperative che da dieci anni si garantiscono l’appalto, nonostante i risultati deludenti. Il nuovo dg si ritorverà i giochi già fatti per il prossimo anno. Intanto spuntano i tre nomi degli idonei che dovrebbero coprire la carica, la nomina entro la fine dell’anno

I commenti sono chiusi.