Carcere Ariano, criticità non risolte. La Fp Cgil verso una nuova mobilitazione.

Le criticità più volte sottolineate  con manifestazioni e proteste, nel carcere di Ariano sono rimaste le stesse,, nulla è cambiato dagli ultimi sit in messi in campo dai sindacati , la Direzione del carcere non solo non ha risolto i problemi sollevati ma starebbe disponendo del già ridotto personale in servizio senza coordinarsi con i sindacati. La denuncia è della Funzione Pubblica Cgil  che nei mesi scorsi ha organizzato un sit in davanti ai cancelli del penitenziario durato più di una settimana. Nonostante gli impegni assunti dai vari livelli dell’amministrazione carceraria e dallo stesso Provveditore, nel carcere di Ariano si continua a lavorare con personale ridotto, senza mezzi e in condizioni di pericolo e precarietà per gli agenti penitenziari. E’ ora di dire basta, recita il volantino diffuso in cui si parla di disagio psicofisico  del personale causato da turni  di lavoro che violano  le normative vigenti e di iniquità di trattamento del personale in servizio.  Il sindacato, La Cgil fp, rivolgendosi al Provveditore, chiede un’indagine interna della  Commissione Arbitrale Regionale .

I commenti sono chiusi.