Savignano, in campo per dire no al Biodigestore. Ma l’Ato non ha deciso.

La commissione istituita dall’Ato rifiuti irpino per l’individuazione del sito su cui realizzare il biodigestore non ha ancora scelto tra i quattro comuni che hanno dato la disponibilità ad ospitarlo ma a Savignano Irpino la mobilitazione è già iniziata. Le opposizioni consiliari , rappresentate dall’ex sindaco Oreste Ciasullo  i comuni confinanti del foggiano hanno dato il via ad una mobilitazione che punta a scongiurare il rischio di un biodigestore in località Ischia, già tristemente nota per le vicende legate all’emergenza rifiuti  di qualche anno fa anche se sembra che l’area per un eventuale impianto potrebbe non essere quella . Il sindaco di Panni, Pasquale Ciruolo,  lamenta il mancato coinvolgimento del territroio su decisioni così delicate  e punta il dito anche contro l’Ato Rifiuti irpino che dovrebbe coordinarsi con quello di Foggia. Questa terra, dicono, in materia di rifiuti ha già dato.

(interviste a Pasquale Ciruolo, Rosario Cusmai ed Oreste Ciasullo )

I commenti sono chiusi.