Moscati, boom di guariti: 16 pazienti dimessi

La notizia l’ha comunicata direttamente il direttore sanitario del Moscati Rosario Lanzetta. Dall’inizio del contagio sono stati dimessi dall’ospedale 16 pazienti, riusciti a sconfiggere il Covid-19, grazie anche alle cure e terapie del personale sanitario della città ospedaliere. Il dato aggiorna notevolmente l’elenco dei guariti, fino ieri fermo a 14 ex pazienti.

Ora il numero delle persone contagiate riuscite a guarire dal coronavirus in Irpinia sale a 21 (alcuni dei pazienti dimessi erano già stati conteggiati in precedenza): a questi sedici in uscita dal Moscati e rientrati nelle proprie abitazioni bisogna aggiungere infatti l’infettivologo di Mercogliano, curato al Cotugno, la veterinaria e l’operaio di IIA di Savignano Irpino che erano stati ricoverati al Rummo, la dottoressa di Forino che ha completato la guarigione al Pascale e infine l’ex consigliere comunale di Ariano Irpino, mai costretta al ricovero in ospedale ma che ha superato la malattia durante l’isolamento domiciliare.

A questi dati si possono aggiungere anche i 22 pazienti dimessi dal Moscati, clinicamente guariti, trasferiti alla Clinica Santa Rita in attesa dei tamponi negativi di conferma; dal Frangipane, verso Villa Maria o sempre alla Santa Rita, ne sono stati dimessi altri sei.

A chiudere il quadro decisamente in miglioramento rispetto alle giornate e settimane precedenti, anche il numero degli interventi di assistenza domiciliare svolti dall’Asl grazie alle 4 unità mobili. Fino a ieri erano 20 in tutto, oggi ne sono stati fatti altri quattro, tutti ad Ariano. Numeri decisamente non alti, nell’arco di cinque giorni: evidentemente le persone in isolamento domiciliare sono in buone o discrete condizioni di salute. Anche se Ariano purtroppo continua a confermarsi come la vera zona critica d’Irpinia, con 141 contagiati di cui 17 deceduti.

I commenti sono chiusi.