Rapina un distributore di benzina. Poi si pente e si costituisce

Rapina un distributore di benzina poi si pente e si costituisce. E’ accaduto in via Nazionale a Mercogliano. Un 23enne originario proprio del comune irpino – a bordo della sua auto – ha raggiunto la stazione di servizio. E quando il benzinaio si è avvicinato sotto la minaccia di una pistola lo ha costretto a consegnargli 300 euro. Si è poi allontanato in tutta fretta.

Il malcapitato ha immediatamente denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine. Sul posto personale della Questura di Avellino ed i Carabinieri del Comando Provinciale. Acquisiti i filmati della videosorveglianza che hanno permesso di giungere all’identificazione del giovane che peraltro aveva agito a volto scoperto.

Dopo qualche ora dall’accaduto però il 23enne si è presentato – accompagnato dal suo legale – si è presentato presso la stazione dei carabinieri. Forse il ragazzo ha avuto un pentimento. La somma di denaro non è stata recuperata. La pistola invece si. Si tratta di una pistola “replica”, modificata e priva di tappo rosso. I militari dell’arma hanno denunciato il 23enne a piede libero. Dovrà rispondere di rapina aggravata. Una scelta saggia quella del giovane che di fatto gli ha evitato l’arresto

I commenti sono chiusi.