“Prevenire è meglio che curare” parola del dottor Russo che ringrazia tutti

Il covid non ha fermato la prevenzione medica promossa dal dottor Russo con la sua associazione “Le mani sui cuori”

Si è conclusa con successo l’iniziativa promossa dall’associazone  “Le mani sui cuori” presieduta dal dottor Franco Russo, promotore da anni di questa iniziativa. Nei locali della Chiesa del Cuore Immacolato di Maria di Avellino si sono svolte 6 giornate di prevenzione medica gratuita a beneficio di centinaia di cittadini, che durante la fase acuta dell’emergenza sanitaria avevano smesso o ridotto i normali controlli medici preventivi.

Il dottor Franco Russo conclude:  “Ringrazio tutti coloro che con impegno e umiltà hanno permesso la realizzazione di questi appuntamenti, a partire dai medici: Rosato, Bellizzi, Carmine e Raffaele Piscopo, Guerriero, Corbisiero, Gaeta, Papa, Di Martino, De Simone, Bianco, Iannella, Capriglione, Mastroberardino, Bianchino, Ametrano e Lombardi. Ringrazio Padre Franco, Padre Lorenzo, Padre Cristoforo e Frà Marco per la dimostrazione concreta del concetto di solidarietà. Un grazie particolare a Fortunato; grazie di cuore alla nostra nuova volontaria Lucia; grazie anche a tutti gli altri volontari Imma, Raffaella, Maria, Carmine, Sergio, Elio e Michele; grazie a Giovanna, Antonietta, Pina, Roberta, Annamaria, Ida, Barbara, Maria Antonietta, Pasqualina, Paola, Assunta, Elianna, Adele, Angela, Anna Iole ed alla mia segretaria Paola. I miei ringraziamenti, infine, vanno al dottore Cardillo per le strisce reattive date in omaggio. Grazie di cuore al Direttore Generale della ASL dr.ssa Morgante e al Direttore Sanitario del Distretto di Avellino dottor. Pirone con cui ho vinto, come altre volte, la scommessa sui numeri di partecipazione e di cui siamo, ovviamente, entrambi contenti. Grazie infinite al nostro amato Vescovo Sua Eccellenza Don Arturo Aiello per la vicinanza e la disponibilità dimostrata nei confronti della nostra iniziativa. Grazie anche a qualcuno che sicuramente ho dimenticato e di questo mi scuso”.

I commenti sono chiusi.