Frane e danni ingenti. Ariano chiederà lo stato di calamità naturale. Anas al lavoro sulla ss.90

L'ultima ondata di maltempo ha messo in ginocchio l'intera provincia. Ancora chiusa la SS90 delle Puglie. Si va verso il senso unico alternato

I danni provocati dall’ultima ondata di maltempo nell’arianese- alta valle del Cervaro sono ingenti. Frane e smottamenti hanno interessato molte strade dell’area mettendo in evidenza la fragilità di un territorio in cui da decenni si parla di risanamento idrogeologico ma in realtà non si provvede nemmeno ad attuare le più elementari opere di prevenzione come la pulitura delle cunette o la messa in sicurezza  dei fronti stradali. Ad Ariano la situazione rimane critica. L’amministrazione chiederà lo stato di calamità naturale. Troppe frane nel vastissimo territorio, a nulla servirebbe intervenire con lavori di somma urgenza.Rirpistinato  , dopo 12 ore di lavoro da parte dei tecnici e degli operai dell’Amministrazione provinciale il transito veicolare sulla provinciale 414 che collega Ariano con Montecalvo e molte contrade periferiche.  Resta ancora chiusa invece la ss.90  interessata dal crollo di una parete nei pressi della Galleria Orsara.  I tecnici dell’ Anas di Campania e Puglia stanno lavorando per ripristinare la viabilità almeno con un senso unico alternato a partire dai prossimi giorni.

I commenti sono chiusi.