L’appello di Confartigianato: ‘ Riaprire in massima sicurezza nelle zone a basso contagio’

Troppe chiusure durante la pandemia; il presidente di Confartigianato,Ettore Moccella, spinge per la riapertura nelle province a bassa intensità di contagio

Il presidente della Confartigianato Avellino, Ettore Moccella, attraverso un comunicato stampa, ha lanciato un appello nei confronti della Regione per la riapertura seppur graduale delle attività commerciali in Irpinia.Riceviamo e pubblichiamo integralmente il testo:

“Bisogna cambiare il sistema delle chiusure delle attività. Si possono riaprire, sempre nella massima sicurezza, quelle realtà che operano nelle province a bassa intensità di contagio”. Appello di Confartigianato Avellino e Confartigianato Campania, attraverso il presidente Ettore Mocella.

“Non illudiamoci che tutto possa finire in pochi mesi. Proprio per questo non è possibile aspettare l’uscita dal tunnel. Urge ripartire – afferma Mocella -. I lockdown stanno corrodendo l’economia e minando la stabilità  sociale ed economica. Le misure di distanziamento e contenimento sono decisive per limitare la circolazione del virus, ma i sacrifici aggiuntivi che le imprese hanno dovuto sopportare in termini di chiusure di attività produttive e commerciali sono grandi e non più sostenibili. È passato un anno dal primo caso di paziente positivo a Codogno, in Lombardia. Lo sforzo più grande da fare in queste ore è quello di sottrarsi alla retorica e cogliere l’occasione di una riflessione, proprio perché il percorso di uscita dalla pandemia è ancora lungo”.

 

I commenti sono chiusi.