Vincenzo De Luca accusa i cittadini: ‘Avete mangiato sul lungomare? Bravi, forse entriamo in zona rossa’

Il governatore della Campania infastidito dagli assembramenti avvenuti nel week end scorso

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca nel suo consueto appuntamento con i media, ha rilasciato nuove dichiarazioni sugli assembramenti dei giorni scorsi. Ai giornalisti che lo stuzzicavano, il presidente ha sarcasticamente risposto: “ Vi siete divertiti? Avete mangiato sul lungomare? Bravi, ora siamo zona arancione e forse entriamo in zona rossa“. E sul perché la Campania sia ripiombata in zona arancione, De Luca ha chiarito: ” 15 giorni in arancione a causa dell’incremento progressivo dei contagi, del fiorire di nuovi preoccupanti cluster epidemici e focolai in alcune città ma anche e soprattutto per timore che possa circolare il ceppo variante del virus, molto più contagioso e deleterio per la salute e per la tenuta del sistema sanitario regionale”.  Sui vaccini invece, il governatore campano ha affermato:   “Noi siamo pronti,stiamo con le siringhe in mano. Speriamo di essere in condizione a fare 80-90 mila vaccini al giorno, il programma, cioè, su cui era basato il nostro obiettivo di vaccinare entro l’estate tutta la città di Napoli. Ma con le riduzioni improvvise di vaccini è impossibile programmare e l’epidemia ce la portiamo avanti altri due anni”.

 

 

 

I commenti sono chiusi.