Covid, 23 casi a Calitri. Il sindaco Di Maio chiude tutto

"La necessità di allentare la pressione epidemiologica sull'intera popolazione. E di limitare quanto più possibile gli spostamenti delle persone dal proprio domicilio e gli assembramenti" alla base dell'ordinanza. Giro di vite anche a Forino

Contagi in doppia cifra a Calitri, il sindaco Michele Di Maio chiude tutto. Stop al mercato settimanale ed in linea con l’ordinanza regionale niente attività didattica in presenza. Divieto di consumare cibi e bevande in strada, divieto di assembramento davanti a bar, pizzerie e ristoranti e nelle principali strade del paese, accesso agli uffici comunali solo previo appuntamento, sospensione delle messe in tutte le chiese salvo per la celebrazione dei funerali ma in forma privata e limitatamente ai parenti stretti, chiusura del cimitero comunale con deroga per le tumulazioni a seguito dei riti funebri e accesso solo ai congiunti, chiusura di circoli sociali, parchi e impianti sportivi. E ancora divieto di effettuare visite di cortesia eccetto ai parenti stretti per motivi di salute ed esigenze primarie e divieto di feste e riunioni private. L’ordinanza resterà in vigore fino al 14 marzo.

Il perchè di questo giro di vite lo mette nero su bianco il sindaco nel’ordinanza: c’è la necessità di allentare la pressione epidemiologica sull’intera popolazione. E di limitare quanto più possibile gli spostamenti delle persone dal proprio domicilio e gli assembramenti.

Pugno duro anche Forino. Il sindaco Antonio Olivieri con ordinanza valida fino al 7 marzo ha sospeso le celebrazioni liturgiche con la presenza dei fedeli in chiesa, mantenendo il cimitero aperto al pubblico ma contingentato a un massimo di 15 persone per volta. Stesso numero di partecipanti, solo congiunti, ai funerali. Sospeso il mercato del venerdì e chiusa la villa comunale, oltre che l’attività didattica in presenza nelle scuole già prima del governatore De Luca. Vietato l’utilizzo dei parchi giochi per i bambini, mentre il ricevimento dei cittadini presso gli uffici comunali è consentito solo per atti indifferibili previo appuntamento. Infine, vietato fermarsi per strada in gruppi o incontrarsi presso abitazioni e svolgere attività sportive all’aperto.

I commenti sono chiusi.