“Luxanimae” i musicisti si uniscono per dare luce a questa Pasqua buia

Marina Bruno, Ondanueve String Quartet e Michele Maione, insieme vogliono provare ad illuminare il momento forse più buio degli ultimi decenni con “Luxanimae” il loro nuovo progetto musicale che sarà diffuso nel giorno di Pasqua sui principali canali social dell’assessorato alla cultura e al turismo di Napoli

Sonorità acustiche, elettronica, vocalità spiegata, influssi ritmici popolari, testi sacri e profani, atmosfere meditative, incursioni nella musica etnica e nel barocco, fino al pop contemporaneo. “Luxanimae” è il nuovo progetto musicale di Marina Bruno, Ondanueve String Quartet e Michele Maione con il quale i musicisti vogliono provare ad illuminare il momento forse più difficile degli ultimi decenni indicando la strada per il ritorno alla serenità individuale e globale.

Il primo segno tangibile è una ipnotica versione del “Magnificat” di Marco Frisina, del quale è stato girato un videoclip nella straordinaria ambientazione del Cimitero delle Fontanelle, a Napoli, grazie alla gentile disponibilità dell’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli.

Due giovani e talentuosi irpini hanno poi donato luce attraverso il loro prezioso contributo:

Cristian Guarino, stilista, ha creato per Marina Bruno nel suo atelier di Mirabella Eclano un abito ad hoc, luminoso, ammaliante, pur nel rispetto dei luoghi, di stile sobrio e solenne e dalla raffinata eleganza. Angela Cava, makeup artist di Aiello del Sabato, ha illuminato il viso della Bruno in modo naturale, valorizzandone i lineamenti e sprigionando l’energia che contraddistingue ogni suo trucco.

Il cortometraggio sarà diffuso nel giorno di Pasqua 2021, sui principali canali social dell’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli.

I commenti sono chiusi.