Astrazeneca, in Irpinia uno su tre rinuncia alla somministrazione

E intanto nelle ultime 24 oltre 3mila inoculazioni

Il vaccino AstraZeneca e le correlazioni con i rari casi di trombosi segnalati in vari Paesi, specie tra le donne più giovani, sono al centro delle ulteriori indagini che sta conducendo l’Ema. Tra oggi e domani i risultati dlela nuova revisione.
Germania, Francia, Olanda, Svezia, Islanda, Finlandia e Canada hanno già deciso di limitare l’uso del vaccino alle persone anziane (in genere agli over 60).
E il caos intorno al farmaco anglo-svedese sta determinando un boom di rinunce. Negli ultimi giorni la media delle defezioni è cresciuta anche in Irpinia, toccando quota 36%. E intanto grazie al notevole incremento delle ore dedicate alle sedute vaccinali nei vari centri territoriali – si lavora 12 ore al giorno – ieri somministrate 3.024 dosi.

I commenti sono chiusi.