Guaitamacchi e Cugnetto le new entry per la riapertura della AXRT Gallery

La AXRT Contemporary Gallery per la riapertura propone subito due nuovi artisti, uno inglese l’altro italiano, che hanno come filo conduttore l’uomo immerso nell’ambiente

Come sta capitando praticamente a tutti anche il settore dell’arte scalpita per ripartire. Ad Avellino la AXRT Contemporary Gallery, punto di riferimento per l’arte contemporanea, dopo aver messo in standby tutti i progetti che erano in corso d’opera, propone subito due nuovi artisti di richiamo internazionale.

L’inglese Jonathan Guaitamacchi autore di paesaggi urbani, artista che interpreta la visione del paesaggio come proiezione delle dinamiche interiori con l’obiettivo di riscoprire una nuova armonia tra uomo e città.

L’altro nuovo artista che esporrà nella galleria di Via Mancini è l’italiano Antonio Cugnetto, calabrese di origine fiorentino di adozione. Le sue opere, realizzate con materiali di risulta, come pennelli, feltro gommapiuma, vogliono lanciare un forte messaggio di rispetto per l’ambiente.

Entrambi gli artisti in qualche modo hanno come filo conduttore l’uomo immerso nell’ambiente che vive attraverso la ricerca di nuovi equilibri. La galleria quindi finalmente riapre al pubblico questa volta non solo in una veste puramente artistica, ma anche un po’ sociale.

I commenti sono chiusi.