Vaccini, seconda dose protegge all’88% dal contagio e al 94% dall’ospedale

Emerge dall'ultimo report epidemiologico diffuso dall'Istituto superiore di sanità

Sono contenuti nell’ultimo bollettino epidemiologico diffuso dall’Istituto superiore di Sanità fornisce i nuovi dati sull’efficacia dei vaccini: le indicazioni arrivato dall’analisi dei casi reali degli ultimi tre mesi: sono stati presi ad esame le infezioni, i ricoveri e i decessi da Covid-19 che si sono verificati dal 4 aprile (approssimativamente la data in cui la vaccinazione è stata estesa alla popolazione generale) all’11 luglio 2021. In media, la protezione rispetto all’infezione è del 71,33% nel caso del ciclo incompleto. Si sale all’88,52% se si sono fatte entrambe le dosi.
Ancora più elevata, come previsto, la protezione rispetto al ricovero in ospedale. L’efficacia in questo caso è in media dell’80,83% nel ciclo incompleto e del 94,57% nel ciclo completo. Per il ricovero in terapia intensiva le percentuali sono 88,08% per una dose, 97,3% per due dosi. Infine i decessi: 79,01% di protezione con una dose, 95,8% con due dosi.
Nel report si parla anche della variante Delta. Secondo gli esperti dell’Iss “è caratterizzata da una ulteriore maggiore trasmissibilità e da una parziale riduzione nella capacità di neutralizzazione di anticorpi contro varianti del virus SARSCoV-2 precedentemente circolanti”.

I commenti sono chiusi.