Caldaie sicure e non inquinanti, giro di vite ad Avellino

Entro il 15 novembre bisogna mettersi in regola: chi non lo farà pagherà in maniera salata la revisione

Dopo i roghi agricoli, è l’ora della caldaie. Tempi stretti: altrimenti d’imperio arriva la revisione. Accade al comune di Avellino. Nuova disposizione di piazza Del Popolo. Porta la firma del dirigente del settore tutela ambientale ed energia. I controlli sull’efficenza energetica dell’impianto sono obbligatori. Vanno ovviamente effettuati da personale specializzato ed accreditato. La relativa documentazione va trasmessa attraverso un’apposita piattaforma digitale. Occorre affrettarsi. Il tutto dovrà avvenire entro il prossimo 15 novembre. Chi non lo farà subirà la verifica a casa e si vedrà addebbitati i costi dell’intervento che variano a seconda della potenza dell’impianto e possono arrivare fino a 300 euro.
Le emissioni fuori controllo delle caldaie, infatti, rappresentano una delle fonti maggiori di emissioni di inquinanti nell’aria, a patire dalle polveri sottili.

I commenti sono chiusi.