Una riflessione a più voci sul tema della libertà all’evento simbolo di Biogem

Torna in presenza dal 21 al 24 ottobre il festival “Le Due culture” promosso da Biogem. Quest’anno una riflessione a più voci sul tema della libertà, con un omaggio al compianto Paolo Isotta, storico protagonista dell’iniziativa

Sarà la libertà il tema dominante della tredicesima edizione del meeting simbolo di Biogem “Le Due culture” in programma finalmente di nuovo in presenza dal 21 al 24 ottobre. Momento cruciale della prima giornata sarà la video-conferenza del Premio Nobel statunitense Martin Chalfie.

Nei giorni seguenti si affronterà il tema della libertà sia dal punto di vista legale che culturale, Anna Maria Mandalari, dell’Imperial College di Londra, affronterà ne parlerà in rapporto all’identità digitale. Non mancherà un momento di grande letteratura, con Danilo Breschi e le sue considerazioni sulla ‘Libertà in Dostoevskij’.

Il tema della libertà religiosa sarà rilanciato nella giornata conclusiva da una ‘lectio magistralis’ del Cardinale Giovanni Battista Re, preceduto da Vincenzo Scotti e Luigi Paganetto (Libertà economica), e seguito da Francesco De Sanctis, Accademico dei Lincei, sulla libertà tra scienze naturali e scienze umane.

In chiusura, ad anticipare il commiato finale del presidente Ortensio Zecchino, un vero e proprio inno al cervello, ‘più grande del cielo’, nella relazione del Professore Giulio Maira, dell’Istituto Clinico Humanitas di Milano.

Tutta la manifestazione sarà idealmente dedicata al compianto Paolo Isotta, storico protagonista della manifestazione.

I commenti sono chiusi.