Rubicco e Colletivo Agata insieme per un’opera contro la violenza sulle donne

Il maetro Giuseppe Rubicco e il collettivo Agata hanno collaborato nella realizzazione di un’opera multimediale dal titolo “La lama e l’onda” che verrà esposta dal 20 al 29 Novembre presso il Circolo della Stampa di Avellino allo scopo di sensibilizzare il pubblico contro la violenza sulle donne.

Continua la collaborazione tra il maestro Giuseppe Rubicco e il Collettivo Agata: dal 20 al 29 Novembre presso il Circolo della Stampa di Avellino l’arte si raccoglie e si fa  denuncia contro la violenza sulle donne con un’installazione multimediale dal titolo “La lama e l’onda”.

Grazie alla luce, il suono e il movimento che dialogano tra loro, si crea l’effetto di una lama spezzata da un’onda. Il materiale impiegato è quello di sempre, il vetro, o meglio gli scarti della lavorazione del vetro e un laser di luce.

“L’opera è un inno alla libertà dove la lama sta a rappresentare la  violenza, il sopruso, la prevaricazione mentre l’onda con il suo andamento sinuoso, carezzevole, che – pur nella sua delicatezza, quasi eterea – riesce comunque a smussarla e infine a spezzarla, annientando la capacità di far male, tipica della lama, concepita per offendere – spiega il maestro Giuseppe Rubicco – In questa logica, la mostra nasce come riconoscimento del valore della donna, come omaggio alla sua bellezza, come devozione alla sua funzione”.

I commenti sono chiusi.