Provinciali, è corsa a due: sfida all’ultimo voto tra Buonopane e D’Agostino

A vuoto tutti i tentativi d'intesa: il centrosinistra si divide ancora una volta

Nessuna intesa last minute, sarà a due la corsa a Palazzo Caracciolo. Da una parte il sindaco di Montella Rino Buonopane, supportato dal Partito Democratico, Movimento 5Stelle e la Sinistra, dall’altra il sindaco di Montefalcione Angelo Antonio D’Agostino, sostenuto da Italia Viva e da una lista civica che metterà assieme i riferimenti di Gianluca Festa, Azione, Più Europa.

Si frantuma il centrosinistra in Irpinia, in linea con lo scenario nazionale Italia Viva si sposta anzi verso il centrodestra, e le scelte di D’Agostino, che si è rimangiato la parola data appena una settimana fa al Nazareno di sostenere il candidato del Pd, e di Gianluca Festa, potrebbero sancire definitivamente il loro allontanamento da via Tagliamento. Ma non c’è nulla di meglio di una eventuale vittoria, si sa, a fornire la possibilità di potersi riaccreditare.

Ha fatto invece un’altra scelta Livio Petitto, che assieme a De Caro hanno deciso questa volta di schierarsi con il cosiddetto fronte regionale, e questo potrebbe provocare qualche turbolenza nel consiglio comunale di Avellino.

C’è tempo fino alle 12 di domattina per presentare le liste a supporto dei candidati presidente, da cui verranno fuori anche i nomi dei consiglieri che comporranno il prossimo consiglio provinciale. Parteciperà anche il listino del centrodestra, composto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi Campania, sembra non avere nomi invece la Lega; il loro voto dovrebbe spostarsi su D’Agostino.

Trattandosi di elezioni di secondo livello, saranno gli amministratori a votare: visti gli schieramenti in campo, quella del 18 dicembre probabilmente sarà una sfida all’ultimo voto e sopratutto dal tradimento facile

I commenti sono chiusi.