Sanificatori a scuola, Festa cambia finalmente idea e li acquista

A settembre li aveva negati per una ripicca politica con l'opposizione, ora il sindaco annuncia l'installazione dei sanificatori presso le scuole elementari del capoluogo. Meglio tardi che mai

Ad inizio settembre negava i sanificatori nelle scuole per un capriccio, una ripicca, dato che la proposta era arrivata da un consigliere d’opposizione, Nicola Giordano. La salute dei suoi piccoli concittadini sacrificata sull’altare della contrapposizione politica, tante furono le famiglie che giudicarono la scelta di Festa una vergogna, difficile trovare commento più idoneo.

E a certificare che quella scelta fu decisamente infelice è oggi lo stesso primo cittadino, che ora ha deciso, dopo mesi, di fare un passo indietro e di acquistare i sanificatori per tutte le scuole elementari del capoluogo. 120mila euro i soldi da impegnare per mettere a sicurezza i plessi cittadini, il problema è solo la tempistica. Quando la proposta arrivò in aula, lo scorso settembre, i tempi erano giusti per equipaggiarsi prima dell’inizio del periodo invernale, il più preoccupante dal punto di vista della risalita dei contagi; oggi invece, tra gara d’appalto e installazione, passerà come minimo tutto gennaio. E così i mesi peggiori sono già alle spalle, basta vedere i dati dei contagi di questi giorni; impossibile mettersi a posto in vista del rientro dalle vacanze. Tocca accontentarsi, come al solito, del meglio tardi che mai: programmazione, lungimiranza e il bene dei propri cittadini ad Avellino devono purtroppo continuare a rimanere in eterna lista d’attesa

I commenti sono chiusi.