C’è l’accordo Barrasso-Meninno. Il circolo del Pd di Grottaminarda decide in autonomia

L’intesa Barrasso- Meninno siglata ieri in una riunione. Il Pd sosterrà il candidato della lista "Liberi uniti e forti per Grottaminarda". Strappo con la segreteria di Via Tagliamento

C‘è l’accordo, il circolo cittadino del Pd di Grottaminarda sosterrà la candidatura dell’avvocato Vincenzo Barrasso in barba ad ogni indicazione ufficiale giunta dalla segreteria provinciale di via Tagliamento che ha riconosciuto in Marcantonio Spera il proprio candidato a sindaco. C’è la firma del coordinatore locale Valentino Meninno in calce al comunicato diramato dal comitato elettorale di Barrasso che sta lavorando su programma e candidature . Una decisione che avrà delle conseguenze sugli equilibri provinciali interni al Pd. Intanto a Grottaminarda il quadro politico diventa più chiaro. Vincenzo Barrasso  è il candidato che dovrà dare continuità e allo stesso tempo rinnovare l’azione amministrativa dell’ex sindaco  Angelo Cobino sfiduciato da una parte della sua stessa maggioranza, oggi in campo con una lista contrapposta e con l’ex vice sindaco Marcantonio Spera come candidato alla carica di primo cittadino. Il simbolo della lista “Liberi Uniti e Forti per Grottaminarda”,  originariamente un albero di ulivo, sarà rivisitato per rappresentare  anche esteticamente  l’innovatività e la rilevanza dell’accordo  politico conseguito, si legge nel comunicato,  su un piano di assoluta parità politica e programmatica .  Sarà una lista civica  non caratterizzata da appartenenze politiche sottolinea il Comitato nel comunicato  . Lo spirito che anima l’accordo con il Pd locale  si fonda su rispetto, lealtà e dialogo funzionali al conseguimento  di una rinnovata spinta modernizzatrice  in grado di far fronte ai bisogni della comunità.

I commenti sono chiusi.