Mirabella Eclano, la bretella strategica dimenticata dalla Provincia

Chiusa da anni la bretella di collegamento tra la provinciale 303 e la statale 90. La strada doveva servire a snellire il traffico ma è piena di buche e voragini. Uno scandaloso esempio di spreco di denaro pubblico

Non sembra nemmeno una strada. E pensare che si tratta di un’arteria di recente realizzazione progettata per  snellire il traffico della statale 90 che attraversa il Passo di Mirabella , per rendere più accessibile l’area commerciale di località San Michele e per collegare la statale con la provinciale 303 che collega con i paesi dell’ Alta Irpinia. Una strada strategica dunque  che però è   chiusa da anni. Completata nel 2010  la bretella  è stata  aperta al traffico  soltanto nel 2016  a causa di alcuni contenziosi  . Ma la sua vita è stata breve, anzi brevissima . In poco tempo si è trasformata in una vera e propria mulattiera: buche, asfalto sgretolato,  sterpaglie, voragini, pavimentazione sconnessa tanto da costringere la Provincia  a chiudere nuovamente l’arteria che oggi viene utilizzata per fare  jogging o passeggiate  .Eppure doveva essere  uno snodo strategico per la viabilità dell’intera zona. La provinciale si innesta sulla statale proprio nei pressi della Fontana del Re dove converge la nuova variante di Grottaminarda e dove confluirà anche parte del traffico della Lioni Grottaminarda. Sono stati numerosi i solleciti del comune a Palazzo caracciolo nel corso degli anni per ripristinare la viabilità su quel chilometro di strada . Una vergogna  ma soprattutto un chiaro spreco di denaro pubblico unito a scarse competenze tecnico progettuali.

I commenti sono chiusi.