Ariano, botta e risposta tra sindaco e direttore. Il caso Museo infiamma il dibattito

Entrambi hanno dato la disponibilità ad un incontro per porre fine alla "Incresciosa situazione". Muollo risponde al sindaco : finora solo proclami ma nulla di operativo

Il sindaco Franza nella sua nota aveva parlato di una convenzione in cui si stabiliva che le competenze per la gestione al pubblico del museo fossero del Cesn. Subito la smentita, questa convenzione,  in sostituzione della precedente che scade nel 2028,  non sarebbe mai stata sottoscritta dal Centro Europeo di Studi Normanni proprio perché troppo gravosa per il centro che già offre ,in fruizione pubblica e gratuita , il suo patrimonio culturale e ciò, si legge nella lettera, dovrebbe essere accolto con grande apprezzamento senza altro chiedere.  Muollo  cita testualmente il passaggio in cui  la convenzione prevede che il comune provveda a fornire il  personale di sala e a garantirne  la fruibilità. Quanto al trasferimento presso il Palazzo Bevere- Gambacorta chiesto in passato dal Cesn proprio per salvaguardare i reperti presenti nel museo che hanno subito danni a causa degli ambienti inagibili  Muollo fa presente che anche in questo caso alle buone intenzioni manifestate dal sindaco non sono seguiti fatti concreti. Il palazzo Bevere- Gambacorta non è mai stato reso agibile per ospitare il museo tant’è che ancora oggi è sede di altre attività. Arianesi disorientati in questo botta e risposta. Entrambi hanno dato la disponibilità ad incontrarsi per risolvere questo increscioso problema.

I commenti sono chiusi.